CRISTALLI E PIETRE

image-02-07-16-12-46

I cristalli sono un grande dono che ci ha fatto Madre Natura. Non solo sono belli da vedere e da indossare come gioielli, ma ognuno di loro possiede delle caratteristiche vibrazionali energetiche particolari, utili per migliorare il nostro benessere. Le pietre hanno la capacità di assorbire e trasformare la luce (energia elettromagnetica) soprattutto nella gamma degli infrarossi ma anche delle radiazioni invisibili e delle microonde.

L’energia dei cristalli è un’energia primordiale: essi sono stati i primi a formarsi sulla Terra e la loro memoria storica è antichissima. Ecco perché la loro energia è curativa e riequilibrante: possiedono tutta l’Energia della Terra stessa.

I cristalli hanno proprietà che altre pietre non hanno. Possono amplificare l’energia in modo simile a quello dei nostri organismi. Noi mangiamo cibo e lo trasformiamo in energia. I cristalli, da parte loro, assorbono impulsi elettrici o energia spirituale e li amplificano. Un cristallo ha la capacità di amplificare un segnale radio o un impulso elettrico trasmessogli quando agisce in un congegno scientifico chiamato satellite.
Può amplificare il segnale e quindi ritrasmetterlo in un’altra direzione.
Ha anche la capacità di ricevere energia spirituale. Spiriti e segnali radio o impulsi sono tutti invisibili eppure esistono.
La cosa più importante è che tutti sono attivi. Le menti più avanzate scientificamente pensano che i computer abbiano tutte le risposte! Eppure anche i computer hanno bisogno di un frammento di cristallo di quarzo nel loro microprocessore (da La medicina del popolo delle pietre di Manny Twofeathers).

Queste vibrazioni possono interagire con le cellule del nostro corpo ristabilendo il disequilibrio e “poiché la malattia del corpo fisico è un riflesso delle disarmonie energetiche dei corpi materiali e si ha la guarigione quando viene ristabilito il loro equilibrio, è evidente che è sufficiente porre il cristallo adatto nell’area di disturbo energetico e permettergli di ristabilire l’equilibrio per ottenere la guarigione di tutti i diversi corpi, da quello fisico a quelli immateriali sui quali soprattutto si manifesta l’azione dei cristalli da “L’energia dei cristalli” di Peter Brown).

Esiste una vera e propria forma di terapia con i cristalli che esplica l’azione agendo sul campo elettromagnetico umano (aura), il quale invia a sua volta i segnali energetici al corpo fisico.

Come si sceglie un cristallo?

Il primo tipo di scelta è dettato dai sensi. Se c’è un cristallo che ci attira è già un buon segnale che dobbiamo assecondare. Attenzione a non farsi distrarre da colore, forma o luccichio: ascoltiamo il nostro intuito.

Se vogliamo scegliere un cristallo in modo più razionale, invece, possiamo basarci sul colore, sulla composizione chimica e sul reticolo cristallino, o sul suo potere riequilibrante nei confronti dei sette Chakra (la pietra in questo case è scelta in base al colore del corrispettivo Chakra).

Ecco una lista sintetica delle proprietà del colore dei cristalli:

NERO: assorbe i ristagni di energia, allevia il dolore e distende, infonde sicurezza e stabilità (Ossidiana, Quarzo fumé, Tormalina nera).

ROSSO: dona energia e vitalità, favorisce la rigenerazione del sangue e dei tessuti, genera calore (Rubino, Granato, Agata).

ROSA: dona compassione e tranquillità (Quarzo rosa, Opale rosa, Tormalina rosa).

ARANCIO: favorisce equilibrio e serenità, rende gioviali e spontanei (Corniola, Ambra, Calcite arancio).

GIALLO: favorisce la digestione, aiuta il pensiero razionale e l’assimilazione di energia, dona felicità e fiducia in se stessi (Quarzo Citrino, Topazio, Ambra, Calcite gialla).

VERDE: colore della guarigione, calma e bilancia il cuore e la mente. Sostiene l’attività della cistifellea e del fegato (Diaspro verde, Giada, Tormalina verde, Avventurina, Olivina).

BLU: colore della mente creativa, dona chiarezza mentale, saggezza, ha fama di antisettico per la gola (Lapislazzuli, Turchese, Crisocolla, Sodalite, Acquamarina).

VIOLA:protegge dalle influenze esterne, facilita i cambiamenti, sviluppa l’ispirazione, l’arte e la libertà di pensiero (Ametista, Fluorite, Sugilite).

BIANCO, TRASPARENTE: veicola la luce, dona purezza, creatività e induce a perfezionarsi. In particolare, il Quarzo di Rocca, rafforza i poteri delle altre pietre (Quarzo di Rocca, Elestial, Selenite, Apofillite).

Le pietre si possono posizionare sul chakra corrispondente, oppure tenerle il più possibile all’interno del nostro campo aurico (anche in tasca o nella borsa).

Per fare invece un riequilibrio energetico dei Chakra si può seguire questo schema:

pietre nere: in tasca

pietre rosse o arancione: in tasca o tre dita sotto l’ombelico (organi genitali/apparato digerente)
 
pietre gialle: sull’ombelico
 
pietre verdi: sul diaframma
 
pietre rosa: sul cuore, in mezzo al petto

pietre blu: su gola e polmoni
 
pietre viola: sulla fronte

pietre bianche: sopra la testa.

Un altro modo per scegliere le pietre e i cristalli può basarsi sui segni zodiacali:

– Ariete: pietre di colore rosso o violaceo come l’Ametista e il Rubino. Altre pietre consigliate sono il Diaspro, la Corniola e il Granato.

– Toro: si consiglia l’utilizzo di pietre di colore verde, come lo Smeraldo e la Giada, ma anche il Quarzo rosa e la Lapis.

– Gemelli: pietre che variano tra le sfumature del giallo. Consigliate anche la Crisocolla, l’Occhio di tigre, la Turchese e il Calcedonio.

– Cancro: pietre bianche e trasparenti, come l’Adularia, le Perle e il Calcedonio, ma anche lo Zaffiro, la Rodocrosite e l’Avventurina.

– Leone: sono associate a questo segno le pietre gialle molto luminose, come l’Ambra e il Quarzo citrino, ma anche il Diamante, la Corniola e il Diaspro.

– Vergine: pietre grigie e dalle sfumature cangianti, come lo Zaffiro, l’Agata e la Kunzite, ma anche la Corniola, l’Ematite e l’Avventurina.

– Bilancia: pietre verdi quali la Tormalina verde e la Malachite, ma anche Lapislazzuli, il Quarzo rosa, lo Smeraldo e l’Agata.

– Scorpione: pietre di colore rosso, come il Rubino, l’Agata e la Corniola, ma anche Ossidiana e Granato.

– Sagittario: pietre azzurre come la Turchese e l’Azzurrite, ma anche l’Ametista e la Sodalite.

– Capricorno: pietre dai colori molto scuri, come l’Onice, la Tormalina nera e l’Opale nera, ma anche la Malachite e l’Ossidiana.

– Acquario: pietre blu, viola e nere, come lo Zaffiro, il Cristallo di rocca, l’Acquamarina, la Celestina, il Quarzo e la Fluorite.

– Pesci: pietre luminose e azzurre, come l’Ametista e l’Acquamarina, ma anche la Tormalina nera e l’Ematite.

In particolare il quarzo è considerato un potente trasformatore di energia, perché riceve, trasmette e stabilizza gli impulsi che gli vengono indirizzati e, per questo motivo, in ogni sua varietà, posto sui vari centri energetici, ne purificherebbe le vibrazioni riequilibrando, stimolando l’energia vitale e rafforzando il sistema immunitario.

Come si usa un cristallo o una pietra?

  1. Contatto: pietre portate a contatto con la pelle o 1/ 10 cm dal corpo.
  2. Ambiente: pietre disposte nell’ambiente domestico, lavorativo, giardino, auto, ecc., secondo le regole del Feng shui
  3. Meditazione: pietra tenuta in mano o appoggiata sul pavimento o su un piano d’appoggio vicino al corpo.
  4. Sedute Terapeutiche di Litoterapia: pietre appoggiate sui vari chackra o parti del corpo, fatto come self-healing o tramite un terapeuta.
  5. Elisir: per beneficiare delle vibrazioni energetiche che verranno assorbite dall’acqua.
  6. Oli terapeutici e creme cosmetiche.

Come si purifica un cristallo?

Prima di utilizzare o indossare le pietre vanno purificate lasciandole immerse, per un giorno, in acqua e sale in un recipiente di vetro e poi sciacquarle con acqua fredda. Questo trattamento, però, potrebbe non andare bene con tutti i tipi di pietre.

Oppure possiamo lavare il cristallo solo sotto l’acqua fredda corrente e dopo esporlo, se possibile, alla luce del sole. Molto utile è anche esporre i vostri cristalli alla luna piena: si caricheranno dell’energia di questo astro.

E’ opportuno ripetere l’operazione di purificazione periodicamente: per i cristalli utilizzati giornalmente sulla persona, l’ideale è purificarli una volta ogni 15 giorni. Per i cristalli utilizzati negli ambienti invece è sufficiente una purificazione una volta al mese o 40 giorni con lo stesso procedimento. Più le pietre e i cristalli sono di grandi di dimensioni, meno necessità ci sarà di pulirli e riattivarli. 

Come si attivano?

Il cristallo può essere attivato con l’intenzione, quindi con il pensiero.

Per attivarlo basta prendere il cristallo, precedentemente purificato, stringerlo fra le mani e accostarlo al cuore, inviandogli una richiesta specifica di aiuto, espressa in modo semplice e chiaro.

Una volta che il cristallo è stato programmato per uno scopo specifico non è bene usarlo per motivi diversi.

Se ti piacciono le pietre e i cristalli ne trovi una selezione nello Shop.

Puoi leggere anche:

Punte, geodi e druse: come si utilizzano

Programmare e schermare un cristallo

Ultima modifica il 2/3/2017