DONNA MEDICINA: VIVERE IN SALUTE E ARMONIA

Robin-Rose-Bennett-Small

La coscienza cosmica sta andando sempre più verso la Luce, ma questo prevede ancora un cammino di grande consapevolezza. Purtroppo la gran confusione su argomenti e termini che non appartengono alla nostra tradizione (ma che hanno un grande impatto sulla nostra psiche e sulla nostra evoluzione) non aiuta.

Parlo, ad esempio, di termini come Donna Medicina, Donna Sciamana, Uomo Medicina e così via. Termini che per alcune persone hanno quel tanto di esotico da essere amati o odiati, presi in seria considerazione o rigettati.

E’ anche vero che rimangono termini, parole, fin quando non si conosce uno Sciamano o una Curandera (come la meravigliosa Abuelita Margarita), una Donna Medicina, fino a quando, cioè, si ha la possibilità di fare esperienza diretta con persone Vere. La mia esperienza personale mi dice che non tutti quelli che si fregiano di questi nomi lo sono realmente. Così come ho conosciuto persone umili che non si nascondevano dietro un nome e che mi hanno regalato esperienze profonde e sorprendenti.

A mio avviso i veri sciamani sono quelli che hanno vissuto direttamente a contatto con i popoli arcaici e/o ne stanno trasmettendo i loro insegnamenti. Eppure ancora non basta: chi vuole diventare uno sciamano deve avere una chiamata che può manifestarsi in diversi modi.

Come si legge anche su Wikipedia

Per essere riconosciuto come persona che adempie questa funzione di collegamento tra il mondo naturale e quello spirituale (Sciamano) a beneficio della comunità, un individuo deve essere convalidato nel suo ruolo dal parere di quella comunità. Uomini e donne di medicina acquisiscono le loro conoscenze da altri sciamani o da un singolo maestro.

In ambito di Sacro Femminino ritengo che sia di maggiore impatto il termine Donna Medicina, più rispondente a tante donne che ho incontrato in questi ultimi anni, e che rappresenta il percorso spirituale che sto seguendo. 

Chi è, dunque, una Donna Medicina? Questa terminologia è tipica dei nativi americani.

Ogni nazione, tribù e villaggio avevano uomini e donne medicina. Si riteneva che i bambini nati con il dono della guarigione fossero adottati da uomini e donne medicina che potessero insegnargli i metodi di guarigione: riconoscere le piante di guarigione, gli alberi, ogni tipo di erbe selvatiche, come fare impacchi, tè e altri alimenti di guarigione.

Molto spesso le donne guarivano attraverso la parola, come le attuali psicologhe, psicoterapiste e consulenti. In alcune tribù, le Donne Medicina avevano la responsabilità di costruire gli scudi dei guerrieri perché si riteneva che avessero speciali poteri di protezione.

Essere Medicine Woman era un lavoro a tempo pieno che aveva in carico il benessere fisico ed emotivo dell’intero villaggio a cui la donna (o l’uomo) apparteneva. In cambio, ella veniva presa in carico dai membri del villaggio con cibo, riparo, assistenza quando era necessario e, soprattutto, onore e rispetto da parte del suo popolo. 

L’arte di essere una Medicine Woman non è andata perduta. In termini occidentali possiamo dire che sono state le Streghe, donne con un grande collegamento con la Terra e la sapienza primordiale, che hanno subìto tanto odio a causa di un modo di concepire la religione da parte del Cristianesimo che è stato maschilista, misogino e violento.

Le Donne Medicina sono vive ancora oggi: sono erboriste, naturaliste, massaggiatrici, psicologhe, counselor, donne che vivono e insegnano la spiritualità, la consapevolezza, donne che meditano e fanno molto altro ancora…

La Donna Medicina si prende cura della sua famiglia e delle persone care, con tutti gli strumenti a sua disposizione in modo da poter camminare in equilibrio e vivere la vita in salute e l’armonia.

Una Donna Medicina arriva a questo saggezza anche grazie all’età, nel momento della menopausa, quando il sangue mestruale agisce dall’interno come forza interiore.

Ecco che la Donna Medicina diventa una Guida, ma per agire da Guida deve essere interpellata da persone in cerca di luce, amore e guarigione. Una Donna Medicina non impone mai le sue opinioni o le sue percezioni su un’altra persona. Una vera Donna Medicina sa che tutta la saggezza, l’amore e la verità si trovano all’interno dell’Anima.

Una Donna Medicina potrà aiutare un individuo a ‘ricollegarlo’ con la verità che si trova nella sua anima, in modo da rafforzare l’intuizione di una persona. L’intuizione è collegata allo spazio del cuore, ci dice quando qualcosa è allineata con noi stessi o quando non lo è. L’intuizione può essere riconosciuto con diversi segnali del corpo, una piccola voce nella propria mente o con un sentimento. Quando seguiamo la nostra intuizione siamo in pace con noi stesse e con il mondo. Una Donna Medicina può aiutare gli altri a costruire la fiducia attraverso la loro intuizione e ricollegarsi al cuore in un cammino di guarigione e con delle cerimonie sacre che ricolleghino alla sapienza di Madre Terra, perché i riti hanno un potere profondo che agisce sulla psiche.
Una Donna Medicina comunica con il Divino e aiuta gli altri a comunicare con Esso, in diversi modi, come attraverso la lettura del significato simbolico di immagini, sogni, storie.

Le parole di Tirzo Manuel, spiritualista Tantrico, ben esprimono nella loro poesia chi è una Donna Medicina:

È quella donna che è sana e guarisce il suo passato!

È quella che si è riconciliata con il suo Sacro Femminile!
È colei che comprende l’importanza di Guarire il suo Lignaggio e lo abbraccia amorevolmente!
È colei che non solo ha guarito, ha imparato nel procedimento e ha ricordato il suo retaggio ancestrale!
È quella che esalta i suoi saperi e le sue esperienze trasformandole in saggezza!
È quella che capisce del tempo e guarda le cose con profondità e desiderio!
È colei che può trasmutare la sofferenza, le lacrime e il dolore per la comprensione!
È colei che guida senza fretta il suo Essere, permettendo che l’universo le riveli i suoi segreti!
È colei che usa il Potere del manifesto e del non manifesto invece del semplice Sforzo!
E’ colei che viene a guarire e servire, conoscenti e sconosciuti…e la sua famiglia cosmica!
È colei che incontra e insegna il divino nella manifestazione dell’universo!
E’ colei che è Una con la propria Divinità e con la Terra, rispettando tutto ciò che la circonda!

Sono quelle Donne che guardano la vita con Amore, con Generosità, che conoscono il Perdono, che vivono con Gratitudine, che praticano la Misericordia e la Compassione…

Sono donne che danzano e cantano, che dipingono e insegnano, che guariscono con ognuna delle sue manifestazioni, perché ogni manifestazione di esse è una medicina per qualcuno, nell’ispirazione, nella dedizione, nell’abbondanza e nella Saggezza!

 

Rispondi