LUNA NUOVA NELLA FESTA DI LAMMAS

pexels-photo-30252

Domani è Luna Nuova e questa luna coincide con il periodo della festa celtica di Lammas o Lughnasad. Questa luna è detta anche Luna della Gioia o del Grano.

In tanta abbondanza di doni della Madre Terra si inserisce la celebrazione del momento in cui si ha un nuovo inizio. Inizio gioioso, ma prima lasciamo che questa Luna nuova ci purifichi. Così come il 25 luglio appena passato, giorno fuori dal tempo secondo il Calendario Maya, ci ha indotto a fermarci per ricaricarci in vista di un nuovo inizio, lo stesso Calendario ora ci dice che questo è il periodo della gemmazione. 

Quindi saremmo pronte per condividere: questo è il tempo per insegnare ciò che si è appreso, per dividere i frutti della nostra conoscenza con il mondo.

La Luna e il Sole transitano nel segno del Leone, segno di grande forza. Forza di cui approfittare in modo moderato, energia calda di amore.

Momento di grande ottimismo, ma anche momento in cui le giornate cominciano ad accorciarsi lasciando piano piano spazio al buio. Intanto celebriamo l’abbondanza in tutte le sue forme, ben consapevoli che alla luce segue il buio e al buio segue la luce e che noi facciamo parte di questo ritmo cosmico.

Il Dio Lugh, il Sole, si abbandona nelle braccia della Luna, il suo sacrificio sotto forma di seme che muore, ora dà il grano, si festeggia il ciclo di morte/rinascita.

Le Dee sono tutte quelle che presiedono all’agricoltura: Demetra, Persefone, Cerere

Leggo in rete che dal punto di vista fisico questa Luna influisce sul cuore, la circolazione, la colonna vertebrale e il diaframma: possiamo dedicarci alla loro guarigione.

Da questo mese voglio aggiungere un consiglio sulla pietra dedicata al mese e alla luna.

Secondo la Luna (Nuova e Piena) le pietre rosse sono quelle consigliate (corniola, diaspro), per tutto il mese è consigliata una pietra verde, l’olivina o peridoto. I due  colori non si contrappongono: non è forse il verde il colore del chakra del cuore?

Il peridoto è una pietra che ci ispira un chiaro senso di protezione, sblocca i sentimenti repressi, compreso il senso di colpa. Aiuta a scaricare la rabbia. Rigenera l’organismo in particolare l’apparato digerente e il fegato.

 

 

 

Rispondi