FESTEGGIARE LE 13 LUNE

moon goddess

Ogni donna dovrebbe riscoprire il rapporto con le 13 lune e poterlo vivere nel migliore dei modi per integrare queste conoscenze e essere consapevole delle trasformazioni che avvengono nel suo corpo e nella natura.

Ad esempio adesso, a Maggio, siamo nella Luna dei Fiori o della Coppia:

Su un piano spirituale si celebra la più sacra tra tutte le nozze, quella tra il Dio Sole e la Dea Terra, da cui scaturisce il sostentamento, materiale e spirituale, per tutti gli esseri viventi. Così anche per noi è un tempo particolarmente adatto per abbandonarci all’amore e al piacere, ma anche per esprimere la nostra creatività e fertilità interiori.

Corrispondenze Magiche della Luna di Maggio

  • Spiriti di Natura: Fate, Elfi
  • Piante: Sambuco, Rosa, Artemisia, Timo, Millefoglie
  • Colori: verde, marrone, rosa
  • Fiori: Mughetto, Digitale, Rosa, Ginestra
  • Profumi: Rosa, Sandalo
  • Pietre: Smeraldo, Malachite, Ambra, Cornalina
  • Alberi: Biancospino
  • Animali: gatti, lince, leopardo
  • Divinità: Bast, Afrodite, Maia, Diana, Pan

Fonte Il giardino delle fate.

Se si vuole fare un lavoro su se stesse o in gruppi di donne, con meditazioni, preghiere, danze, vi consiglio il libro di Emanuela Pacifici La terra delle grandi madri. Come si può leggere in IV di copertina:

Conoscere il sentiero lunare del femminile, un percorso iniziatico di connessione.

E’ tempo di tornare a seguire la luna, è tempo di conoscere questo meraviglioso astro; non solo ammirandone la poetica bellezza, ma sperimentando tutti i doni che esso può fare al nostro corpo e alla nostra psiche e percorrere il cammino della Donna di Conoscenza.

Il percorso che viene proposto con questo viaggio è un percorso iniziatico come tradizionalmente ogni donna di Sapere doveva sperimentare: conoscere i flussi e reflussi della luna nelle sue fasi mensili e nel suo cammino annuale.

Tredici Lune, tredici Grandi Madri: ognuna ha un segreto da svelarci, un dono da porci nelle mani, un mistero che custodisce per noi da tanto tempo.

Certo, per incontrare la luna bisogna immergersi nella notte.

Per incontrare le Grandi Madri bisogna con perfetta Fiducia immergersi nel mare primordiale del loro grembo e morire sulle onde che alle volte ci inghiottono e sembra che ci facciano perdere l’orientamento; ma se alzate gli occhi al cielo, la Madre, la Luna, è sempre lì.

Anche quando è nera, anche quando non è visibile, la nostra anima la vede e riconosce la via.

Più comprendiamo i cicli della Luna, il suo percorso mensile (fasi) e annuale, più comprendiamo noi stesse.

Io sono appena all’inizio, ma ho deciso di usare il libro come un manuale da tenere sempre con me e mese per mese leggere e vivere le bellissime meditazioni e riflessioni di Emanuela che ringrazio per aver fatto a noi donne questo bellissimo dono, frutto di 2 anni di gruppi e cerchi di donne da lei gestiti.

 

Rispondi