.: I TUAREG: UN POPOLO, UNA LEGGENDA :.

NGS Picture ID:131353

Ancora due giorni e il mio crowdfunding sarà terminato. Una bella soddisfazione e la voglia di proseguire su questa strada fatta di nuovi orizzonti. Il libro La leggenda di Tin Hinan, regina dei Tuareg, sarà disponibile nelle libreria fra una decina di giorni.

Intanto voglio ricordarvi che il popolo Tuareg si sta estinguendo, sì, sono diventati una “specie” da proteggere. Ora si aggiunge la minaccia dell’Isis che con il suo integralismo non tollera il loro essere un popolo “libero”. Questo accade per le tribù che vivono nel Sud Ovest della Libia, mentre quanti vivono in Mali, Niger e nella Nigeria devono fare i conti con l’ascesa di Boko Haram.

Le pressioni verso un cambiamento culturale sono forti. Un maggior numero di donne si sentono minacciate anche a causa della loro avvenenza, e secondo la testimonianza della fotografa Butler l’uso dell’hijab, il cosiddetto velo islamico, ha iniziato a diffondersi.

Ed ecco una poesia molto toccante del poeta Tuareg Mahmoudan Hawad:

Al figlio del nomade
Calza i tuoi sandali
e cammina sulla sabbia
che nessuno schiavo ha mai calpestato.
Sveglia la tua anima
e bevi alle sorgenti
che nessuna farfalla ha mai sfiorato.
Dispiega i tuoi pensieri
verso le vie lattee
che nessun folle ha osato sognare.
Respira il profumo dei fiori
che nessuna ape ha mai corteggiato.
Allontanati dalle scuole e dai dogmi:
i misteri del silenzio
che il vento rileva alle tue orecchie
ti bastano.
Allontanati dai mercati e dalla gente
ed immagina la fiera delle stelle
dove Orione allunga la sua spada,
dove sorridono le Pleiadi
intorno alla fiamme della Luna,
dove neppure un fenicio ha lasciato le sue tracce.
Pianta la tua tenda negli orizzonti
dove nessuno struzzo ha pensato di celare le sue uova.
Se tu vuoi risvegliarti libero
come un falco che plana nei cieli,
l’esistenza ed il nulla sospesi
alle sue ali,
la vita, la morte.

(Da: Hawad, “Carovana della sete”, Ignazio Maria Gallino Editore, Milano 2001)