.: FIBROMIALGIA: IMPARARE AD ACCETTARE I LIMITI DEL NOSTRO CORPO :.

5cea069971e3944adfc0e252dae80da5

Domani 12 Maggio si celebra in tutto il mondo la Giornata Internazionale della Fibromialgia e dell’Encefalite Mialgica (ME/CFS).

Come molti di voi sanno, mi è stata diagnosticata circa quattro anni fa, nonostante ne presentassi i sintomi da tantissimi anni.

In Europa 14 milioni di persone soffrono di Fibromialgia, una patologia caratterizzata da dolori muscolari cronici e diffusi. Il Parlamento europeo, nel 2008, l’ha riconosciuta come malattia estremamente invalidante. Il governo italiano, invece, si ostina a non farlo, nonostante a soffrirne, in Italia, siano almeno in 2 milioni. La conseguenza è la negazione del diritto delle persone fibriomialgiche a una buona qualità di vita.

Cosa si può fare? Intanto firmare questa petizione e poi imparare a comprendere il malato fibromialgico! Ecco perchè vi consiglio di leggere queste intense e toccanti parole del Prof. Manuel Sotillo Hidalgo riportate su una pagina della petizione:

Sapete che noi che soffriamo di fibromialgia accusiamo fortissimi dolori che variano di giorno in giorno ed anche di ora in ora?
È qualcosa che non possiamo prevedere.
Per questo vorremmo che capiste che a volte dobbiamo disdire cose anche all’ultimo momento, il che dà fastidio a voi ma altrettanto a noi.
Vorremmo che sapeste che noi stessi dobbiamo imparare ad accettare il nostro corpo con i suoi limiti e non è per nulla una cosa facile.
Non vi è una cura per la fibromialgia ma cerchiamo di alleviare i sintomi ogni giorno.

Per leggere l’intera lettera del prof. Hidalgo andate qui:

https://www.change.org/p/lo-stato-italiano-riconosca-la-fibromialgia-come-malattia-invalidante/u/10689209

Rispondi