.: GUEST POST: L’INTERPRETAZIONE DEI SOGNI :.

a23206d6740be8014280e360cb160c0c

Oggi vi presento un’amica virtuale che si è offerta di scrivere un guest post sull’argomento Interpretazione dei sogni. Lascio la parola a Sofia di sognipedia.it.

Vuoi capire il significato dei sogni? Se vuoi farlo nel modo giusto gli archetipi di Jung sono lo strumento di cui non puoi fare a meno per interpretare i messaggi dell’inconscio, capire e conoscere profondamente te stesso.
L’inconscio collettivo e gli archetipi: I sogni onirici che sempre accompagnano il nostro sonno, anche quando non ricordiamo di aver sognato, per dare forma ai messaggi dell’inconscio pescano non solo dal nostro archivio personale, ma anche da quello comune a tutti gli esseri umani, ossia, l’inconscio collettivo. Questo è costituito dagli archetipi, ovvero, modelli ideali che rappresentano un tratto particolare.

Quali sono gli archetipi da non dimenticare quando si interpreta un sogno? L’Ombra e la Persona, l’Anima e l’Animus, la Madre e il Senex, il Puer e il Sé.
Scopriamo insieme in che modo si presentano è qual’e il loro significato:


L’Ombra
nei sogni suole comparire sotto forma di una persona del nostro stesso sesso, rappresenta i nostri limiti, le nostre paure, gli istinti più profondi o inaccettabili. L’Ombra è la parte inconscia della personalità, quella più
oscura e animale, è tutto quello che non conosciamo e forse temiamo di noi stessi. Dell’ombra, dunque, fanno parte inclinazioni e comportamenti, rimossi dall’Io cosciente.

La Persona rappresenta l’identità di copertura che esprime i ruolo e le abitudini sociali; è una maschera che ci permette di essere ciò che gli altri vogliono che noi siamo o quel che noi amiamo pensare di essere; ciò deriva dalle aspettative della società e dell’educazione ricevuta. Quando l’Io si identifica totalmente con la Persona, l’inconscio trova il modo di farsi ascoltare attraverso i sogni proponendoci visioni di noi stessi in atteggiamenti che nella realtà riterremmo non
consoni.

L’Anima e l’Animus nei sogni si presentano rispettivamente come una donna e come un uomo, rappresentano la spontaneità, gli umori, le reazioni e gli impulsi della psiche.

L’Anima, ossia, la parte femminile e inconscia della personalità dell’uomo fa’ emergere alcuni tratti tipici come l’eccitabilità la malinconia e la volubilità; è la parte psichica dedica alla funzione relazionale dell’individuo e che regola il modo di
rapportarsi con le donne.

L’Animus, ossia, la parte maschile e inconscia della personalità della donna fa’ emergere alcuni tratti tipici come l’ostinazione, l’impermeabilità e la creatività; è la parte psichica dedicate alla funzione razionale dell’individuo.

Il Senexappare nei sogni come mago, medico, sacerdote, maestro, professore, nonno (Grande Padre), o persona comunque autorevole” (Jung, 1977); rappresenta positivamente una figura saggia, matura, responsabile; negativamente una figura tirannica, tradizionalista, cinica. Il vecchio saggio è, per la maggior parte dei casi, colui che ci consiglia e ci indica la strada da percorrere; è ciò che noi vorremmo arrivare ad essere. Questo archetipo ci appare quando siamo in una situazione di difficoltà in cui non sappiamo che scelte prendere.

La Madre nei sogni si presenta come una “vecchia saggia” o come una “strega”; rappresenta la figura materna le cui caratteristiche sono legate a come è stata ed è vissuta la “mamma” nella vita reale. Essa è ambivalente, puo’ essere una “madre amorosa” o una “madre terribile”. Il lato positivo racchiude caratteristiche femminili,
quali la saggezza, il modo protettivo di porsi, la tolleranza, la fecondità, la nutrizione, l’impulso soccorrevole. In quello negativo ritroviamo tutto ciò che genera angoscia rappresentato da una madre che dà la vita e non sempre ti dà la possibilità di viverla separata da lei.

Il Puer Aeternus nei sogni si presenta come bambino che puo’ essere concepito, neonato, ferito, abbandonato, dipendente, morto; rappresenta, positivamente il rinnovamento la parte “innocente” della personalità che crede nella vita e nelle persone; negativamente la distruttività come rifiuto di assumersi responsabilità adulte. Nella psicologia analitica junghiana la definizione di eterno bambino viene attribuita ad una persona che, in età adulta, ha ancora le caratteristiche dell’adolescenza e una dipendenza troppo forte dalla madre. Vi dice nulla la sindrome di Peter Pan?

Il Sé nei sogni si manifesta come esperienza spirituale il cui scopo è prendere consapevolezza degli opposti ed unirli equilibrando la nostra psiche in vista di una evoluzione globale dell’essere.

Bene, adesso che hai le basi per interpretare i sogni, hai la possibilità di cercare la soluzione ad un problema che le visioni oniriche ti hanno mostrato, trovare il tuo equilibrio fisico e psichico, e migliorare la comprensione di te stesso.
Se sei curioso e hai voglia di dare una sbirciatina al significato generalizzato dei sogni più comuni puoi consultare il libro dei sogni di Sognipedia.it