.: UN LIBRO E UN DOCU-FILM TRIBUTO A MARIJA GIMBUTAS :.

segni-fuori-dal-tempo-libro-dvd-62638

Dopo Marija Gimbutas la storia del mondo antico non è più la stessa che ci hanno insegnato sui banchi di scuola e l’Europa del Neolitico, culla di una civiltà pacifica ed ugualitaria, con al centro la Dea dalle molteplici forme, ritrova finalmente le sue autentiche radici.

Il film Segni fuori dal Tempo di Donna Read e Starhawk è un tributo a Marija Gimbutas (1921-1994), che ricostruisce le vicende della sua vita tra Europa e Stati Uniti e il prendere forma della sua visione, attraverso le voci di quante/i hanno vissuto al suo fianco e condiviso le sue rivoluzionarie scoperte.

La divinità primordiale che rispose alle nostre necessità fu femminile – scrisse Marija Gimbutas – una Dea nata da se stessa, donatrice di vita, dispensatrice di morte e rìgeneratrice”.

“Che immagine abbiamo del nostro passato e come influenza ciò che siamo e come viviamo? Siamo capaci di immaginare una cultura pacifica e in armonia con la natura? Ce n’è mai stata una? L’archeologa Marija Gimbutas ha detto di sì. Ha raccontato una nuova storia delle origini: agli albori della civiltà occidentale ci furono culture durature e pacifiche. Molto prima che iniziasse la storia dei Sumeri e degli Egiziani, gli insediamenti nelle foreste, nelle radure e sulle rive dei fiumi dell’Europa sud-orientale raggiunsero alti livelli di arte e di cultura .. che ci hanno lasciato migliaia di manufatti, un ricco lascito di pitture, sculture e statuette di ceramica, tutte connesse con dee e dèi che rappresentano il fulcro di una ricca vita religiosa…”

Gli studi della Gimbutas sulle antichissime popolazioni europee hanno rivelato che un tempo la società si fondava su valori che escludevano il mito della guerra, della tirannia, della violenza e dell’oppressione. Un’epoca in cui la popolazione si stringeva attorno alle donne come portatrici di sani valori e principi che si traducevano in una reale condizione di pace, benessere fisico e spirituale. Situazioni surreali che non si sono mai più potute verificare, perchè?

0 Comments

  1. Grazie Rossella di questa segnalazione, compro subito il libro con dvd, sono una appassionata della Dea ! il libro della Gimbutas è straordinario, è sempre continua fonte d’ispirazione per le mie ricerche artistiche sui simboli della Dea, proprio in questi ultimi mesi dopo i seminari sulla Madonna Nera e la grande Madre con il soulCollage e la pittura, sto pensando ad un percorso creativo al femminile…ancora è in incubazione, non può che stimolarmi conoscere meglio la sua vita!
    un affettuoso saluto e complimenti per i sempre interessanti articoli.

  2. Urania

    Ho conosciuto la Gimbutas all’ Università grazie a un geniale e carismatico professore. Mi auguro che i preziosi contributi della studiosa siano diffusi ovunque e a tutti i livelli della cultura. Come filologa, non ho grande stima del modo di lavorare degli archeologi.. Ma la Gimbutas aveva quel quid in più a livello di rigore scientifico e spirituale. Come Jung.

Rispondi