.: COUS-COUS CON GAMBERI E POMODORINI ALLA SALSA DI YOGURT :.

SAM_3083

L’estate mi piace passare molto tempo fuori casa, così cucino di meno… Ciononostante mi piace inventare sempre qualcosa di nuovo e questa estate sto provando le salse come condimento, condizionata anche dal mio viaggio in Scandinavia.

E’ di oggi la mia ricetta di cous-cous bio con gamberi, pomodorini bio e salsa allo yogurt.

Ingredienti:

150 grammi di cous-cous bio

300 grammi di gamberetti

7 pomodorini bio

un vasetto di yogurt bio

senape, menta, limone, sale, aceto di mele, basilico, olio evo.

Preparazione

Ho preparato il cous-cous come al solito e lasciato raffreddare. Ho cotto i gamberi freschi per 5 minuti in acqua bollente, li ho sbucciati e sistemati a cerchio sul cous-cous, insieme ai pomodorini tagliati a metà.

Nel frattempo ho preparato la salsa con un vasetto di yogurt bio. Con il mixer ho frullato una manciata di foglie di basilico e mentuccia, insieme a mezzo cucchiaino di senape, il succo di mezzo limone, un goccio di aceto di mele, un cucchiaio di olio evo e il sale. Con questa salsa ho condito il cous-cous e ne ho messa un pò da parte perchè ognuno si potesse condire il suo piatto. Qualche giorno fa avevo provato una salsa simile con la panna di soia. Quindi si può riproporre anche in versione vegana (anche con lo yogurt di soia).

Vi ricordo di quanto sia importante mangiare biologico. In particolare, sapevate che i pomodori biologici hanno una vera e propria marcia in più? Si possono considerare come delle “medicine”. Ne ho parlato tempo fa su Terra Madre:

È questo il risultato a cui sono giunti biologi, microbiologi e medici dell’Istituto di biologia e biotecnologia agraria del Consiglio nazionale delle ricerche (Ibba-Cnr) e l’Università di Pisa. I pomodori biologici, infatti, conterebbero un maggior quantitativo di calcio (15%), potassio (11%), fosforo (60%) e zinco (28%).

”Il valore nutrizionale e nutraceutico – si legge in una nota del Cnr – è influenzato dallecondizioni di coltivazione e se la pianta cresce con i suoi simbionti naturali, aumentano le sostanze antiossidanti che contrastano alcuni tipi di cancro. In questi ultimi anni il pomodoro ha guadagnato lo status di ‘cibo funzionale’, vista l’associazione sempre più frequente stabilita tra il suo consumo e il ridotto rischio di insorgenza di malattie cardiovascolari e tumori”.

Buona domenica, di questa strana estate, così breve…

Rispondi