.: BELTANE: FESTA DI MAGGIO :.

La notte tra il 30 aprile e il 1° maggio è la festa di Beltane.

Beltane o Beltaine (fuoco luminoso) è un’antica festa gaelica che si celebra attorno al 1º maggio. “Bealtaine”  è anche il nome del mese di maggio in irlandese ed è anche tradizionalmente il primo giorno di primavera in Irlanda. È il giorno situato a metà fra l’equinozio di primavera ed il solstizio estivo, astronomicamente il giorno corretto è il 5 maggio.

Fonti gaeliche del X secolo affermano che i druidi accendevano dei falò sulla cima dei colli e che vi conducevano attraverso il bestiame del villaggio per purificarlo ed in segno di buon augurio. Anche le persone attraversavano i fuochi, allo stesso scopo.
Era un notte di banchetti e di danze, il tutto segnato da un carattere orgiastico, che segnava il prevalere della luce sulle tenebre. Si credeva che a vegliare su questa notte fosse la Grande Madre della fertilità che presiedeva al destino dei vivi e dei morti. Con l’avvento del Cristianesimo si cominciò a credere che in questa notte operassero spiriti e streghe che potevano essere allontanati per mezzo dell’intercessione di Santa Valpurga, una monaca inglese, dalla quale deriva il nome della notte del 30 Aprile: la notte di Valpurga.
Con la cristianizzazione dell’Europa centrale la notte del 30 aprile subì una metamorfosi perché si raccontava che vi si dessero convegno spiriti inferi, streghe e stregoni che si dovevano espellere grazie all’intercessione di santa Valpurga, badessa del monastero tedesco di Heidenheim presso Eichstatt, dove fu sepolta il 1° maggio 871 nella chiesa di Santa Croce, che ha ereditato le funzioni della Grande Madre e ha dato il nome alla notte, chiamata popolarmente «la notte di Valpurga».

La coincidenza calendariale l’ha trasformata dunque nella santa che protegge dalle streghe: dalle pietre dove le sue ossa furono sepolte, sgorgava il miracoloso «olio di santa Valpurga» che fra le tante virtù avrebbe avuto anche quella di proteggere dalle stregonerie. Il 1° maggio, cacciate le streghe, ovvero ricacciati i morti negli inferi, si portava e si porta ancora, dove la tradizione è sopravvissuta, un albero dal bosco collocandolo in mezzo al paese: è l’Albero di Maggio o semplicemente il Maggio (fonte Wikipedia). 

Anche nella mia provincia sono rimasti dei lontani echi di questa festa nel Maggio di Accettura.

Poiché Beltane é la festa della fertilitá, simbolo delle nozze fra il Dio e la Dea, per questo molti rituali hanno come tema il corteggiamento e l’unione. L’Albero di Maggio, intorno al quale i giovani danzano, oltre che l’Albero cosmico rappresenta l’energia fecondante del Dio e i nastri che, durante la danza si avvolgono attorno al palo sono simbolo della Dea che si unisce al Dio per dare nuovamente origine alla vita. I Maypole sono spesso decorati con fiori in riconoscimento della bellezza della terra e della feconditá. A volte le donne in cerca di compagno gettano una ghirlanda di fiori sulla sommitá del palo, per chiedere alla Dea di mandar loro un amante.
I modi piú antichi per festeggiare Beltane sono l’allestimento di faló e le danze intorno all’Albero di Maggio (fonte Cronache esoteriche).

Ma Beltane era il tempo della vita che erompe con un grido di gioiosa e selvaggia bellezza, il tempo dell’ energia che scorre pulsante nelle vene, del cuore che batte più veloce, delle corse sfrenate nei campi, delle passioni e degli amori…
Beltane era la stagione dell’energia, la stagione durante la quale i progetti e le idee che sono state in gestazione durante la Metà Oscura dell’Anno, solamente contemplate con l’immaginazione, possono ora essere espresse nel mondo delle forme: celebrare Beltane significa tenere presente che ora i semi piantati a Samhain cominciano a germogliare e che non è più il tempo di ripensamenti, ma di fatti.
E voi conoscete altre tradizioni legate a questa festa?

12 Comments

  1. Beltane è una bellissima festività….si festeggia il ritorno della primavera, si mettono in pratica le idee…i semi piantati cominciano a germogliare….si accendono i fuochi sacri e si festeggia con gioia e allegria!
    complimenti per il blog, mi piace molto!

    • Rossella

      Grazie Valentina, ma conosci qualche paese italiano dove lo si festeggia?

      • E’ una tradizione pagana, in realtà il nome Beltane deriva dal gaelico/irlandese….però anche qui, nel nostro passato contadino, c’erano le usanze di accendere fuochi per bruciare il “vecchio” inverno passato….e riscoprire così la primavera….Attualmente ci sono molte feste pagane dedicate a Beltane, come quella di Biella che si terrà il 5 e 6 maggio….

  2. Ciao, è una bellissima festa pagana.
    Ogni anno viene festeggiato in zona Biella.
    Personalmente non ci sono mai andata ma mi piacerebbe tanto.

  3. Ciao Rossella!
    Conosco la festa di Beltane, come tutte le altre del calendario celtico, legate ai cicli della natura. e metto doni alla Dea. Ne parlo nel mio articolo ” L’albero della rinascita”.
    Si celebra sopratutto nelle zone del Nord Italia, ma anche in Sardegna.
    Voglio ricordare a tutte le dee che ti seguono che il prossimo 6 maggio è luna piena e si celebra una ricorrenza magica che è il Wesak. Una pioggia di raggi energetici cosmici scende sull’umanità tutta, senza distinzioni di religione, razza, sesso, per vivificarla e spingerla verso l’ evoluzione di Amore e Armonia.
    In tutto il mondo ci si riunisce e si festeggia con danze e canti rituali. In Italia, tra i tanti, uno degli appuntamenti più importanti è quello di Torino, condotto da Giuditta Dembek.
    Love
    L

    • Rossella

      Grazie per l’informazione… approfondirò. Buon Wesak, allora!

  4. Sarà che sono nata in Maggio ….. forse è per questo che mi pare di saperlo da sempre, cosa significa … cosa racchiude… e cosa sprigiona …… un ……. così …

  5. Pingback: .: REALTA’ COME SOGNO E SOGNO COME REALTA’ :. | Occhi di terra e di cielo

  6. Pingback: .: IL GIORNO PIU’ LUNGO E MAGICO DELL’ANNO :. | Occhi di terra e di cielo

Rispondi