IL GIROTONDO DEI SEMI E LA GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA

Per chi ancora non lo sa il 22 Aprile si celebra la Giornata Mondiale della Terra

Per celebrare questa giornata, il blog Nati per delinquere ha lanciato, interpretandola a modo suo, un’iniziativa americana meravigliosa:

LO SCAMBIO GRATUITO DEI SEMI

 

Chi pianta qualche fiore nei vasi in questo periodo? 

 

Chi si fa un piccolo orto in un fazzoletto di terra?

Chi lo fa su un balcone?

Chi cresce qualche erba aromatica sul davanzale?

 

In vista del 22 aprile in cui si celebra il Giorno della Terra, noi proponiamo uno scambio di semi tra tutti i blogger che vorranno aderire all’iniziativa e ricevere gratuitamente semi di piante e fiori da altri blogger, al costo irrisorio di un francobollo ed una busta da lettere.

 

 

Come si partecipa?

Si lascia un messaggio sotto l’articolo tratto da Nati per delinquere e loro aggiorneranno l’elenco dei partecipanti man mano.

Poi si invia il vostro indirizzo mail a: natixdelinquere@gmail.com

 

Il 30 maggio si chiuderanno i commenti, si estrarranno le coppie e vi verrà comunicato a chi spedirete i vostri semini (potrete mettere tanti sacchettini anche in una sola busta, ognuno contenente qualche semino diverso), che viaggeranno in lungo e in largo per l’Italia, trovando casa chissà dove.

Niente vincitori e vinti, si vince tutti e tutti si diventa un po’ giardinieri e custodi delle piante altrui.

Non sarà bellissimo veder germogliare qualcosa di noi a chilometri e chilometri di distanza, fosse anche solo una margherita o una piccola pianta di pomodori?

 Chi vorrà potrà scrivere un post durante l’estate per mostrare a noi e a tutti gli altri partecipanti il risultato della semina.

Io partecipo… e voi?

0 Comments

  1. Andrea

    Mah, mi sembra non proprio una proposta ecologica.

    Giusto un paio di riferimenti:
    – le buste viaggeranno su furgoni e/o aerei, con un contributo all’inquinamento
    – alcune piante e specie sono tipiche di certi luoghi, questo è un contributo alla dispersione di semi estranei in altre terre, in altri luoghi.

    Sinceramente mi sarei aspettato delle proposte più serie… così facciamo ridere i polli e gli anti-ecologisti…

    A:

    • Vedi Andrea, ognuno è libero di fare come pensa e come crede. Avrai anche ragione, ma ritengo che tu sia molto rigido e giudicante.

  2. @And4rea: grazie di aver espresso la tua idea. Ritengo che gli aerei non viaggeranno esclusivamente per colpa di qualche nostra busta. Inoltre ormai puoi avere anche tu dal tuo vivaista una pianta di magnolia, pur essendo questa originaria di America nord e sud e dell’Asia.. Se hai proposte più serie concrete, saremo ben liete di escoltarle! 🙂

Rispondi